E’ Venerdì 18 Giugno 2021, sono le h 6,45 .

25 snack

Siamo entrambi mattinieri. Ci prepariamo velocemente e scendiamo verso il tripede. Il contakilometri segna 24.214 km, gli facciamo una foto per ricordarci e conteggiare i km ogni giorno. Carichiamo i bagagli e ci dirigiamo verso la Cassia. Una pausa per fare colazione prima di arrivare nel salumificio di Carlo, 25 Snack a Nepi, per fare rifornimento di carne secca in vista del viaggio e da regalare agli amici.

 

 

 

18 giugno 2021

Da Nepi il sidecar si avvia dondolando nella Tuscia viterbese, ricca di noccioli verdeggianti. Superiamo il lago di Vico dall’alto prima di raggiungere la prima tappa, il birrificio Terre di Faul, dove ci aspettano Filippo Miele, il birraio, ed un amico sidecarista per salutarci all’inizio del viaggio. Siamo in perfetto orario. Pietro assaggia qualche birra, mentre Carlo beve acqua e caffè, come da accordo. Intervistiamo Filippo, facciamo qualche foto al birrificio.

 

Appena saliti a bordo del sidecar Pietro comincia a caricare le foto sui social, scena che si ripeterà per tutta la durata del tour.

 

Fiancheggiamo il lago di Bolsena e poi, ad Acquapendente, passando dal Lazio alla Toscana. Imbocchiamo la via Cassia antica, un percorso meraviglioso che si svolge in mezzo ai campi e ci conduce nella Val d’Orcia. Non ci sono parole per descrivere le dolci colline coltivate ed i cipressi in filari. Incontriamo varie indicazioni per postazioni termali come bagni San Filippo, Bagni Vignone oltre a paesi da sogno come San Quirico, Abbadia San Salvatore e Radicofani.

18 giugno 2021

Giungiamo a Pienza verso le 12 e ci dirigiamo verso la Brasseria della Fonte, dove Samuele Cesaroni ci accoglie indaffarato. Un tecnico dell’impianto è in laboratorio a risolvere un problema. Appena il tecnico se ne va, Caro e Samuele cominciano a parlare della comune passione per la Vespa. Carlo racconta di come abbia attraversato tutta la Turchia e la Grecia su un vespone, mentre Samuele condivide il racconto di un viaggio in Austria e Germania. Pietro assaggia le birre di Samuele prima di intervistarlo e fare le foto di rito. Il sidecar riceve il primo adesivo del birrificio sul fianco.

 

 

18 giugno 2021

Salutiamo Samuele e ripartiamo per andare a pranzo. Raggiungiamo Silvio Belli alla Bottega Matta, un ristorante situato a Sant’Albino, dove si possono bere ottime birre artigianali. Tra una birretta e due pici con il ragù di cinta senese, Silvio ci racconta della birra prodotta da Samuele per festeggiare il compleanno del suo ristorante. Pietro l’assaggia e Carlo ci si bagna le labbra: non poteva perdersi quest’esperienza!

 

 

 

18 giugno 2021

Finito il pranzo il tour riparte in direzione Figline Val d’Arno. Lungo la A1 i camionisti ci salutano e i bambini si sbracciano dalle auto indicando il sidecar. Ricambiamo i saluti e ci allontaniamo divertiti. Una piacevole piazza quadrata nel centro del paese ospita la birreria di Calibro 22. Raimondo Melis, titolare del birrificio, ci sta aspettando mentre combatte con l’aggiornamento software della cassa del locale. Ha aperto poco prima del lockdown ed ancora deve scoprire le potenzialità del suo progetto. È riuscito a resistere a questo periodo complesso ed ora può spiegare le vele e vedere dove lo porta il vento. In bocca al lupo!

Nel frattempo ci giunge notizia di un articolo su Il Gusto di Repubblica dove il nostro sponsor media parla delle nostre imprese!

 

 

bottaia piccolo birrificio clandestinoLasciamo il paese ed imbocchiamo subito al FI-PI-LI verso il mare. Un traffico molto intenso e un caldo afoso ci accompagnano nel tratto che ci porta a Livorno. Andiamo verso il Piccolo Birrificio Clandestino; purtroppo, il navigatore ci porta al vecchio birrificio. Non demordiamo e, dopo un po’ di girovagare arriviamo al nuovo birrificio con tanto di tap room e beer garden. Pierluigi Chiosi ci accoglie sorridente e goliarda come sempre. Pietro assaggia e ascoltiamo il racconto del birrificio, della sua storia e di come abbia affrontato il periodo di chiusura.

Ci dilunghiamo oltre e rischiamo di arrivare tardi all’ultima tappa della giornata: il Let it Beer di Viareggio. Stanchi, ma con la prospettiva di una birra fresca e di un pasto imbocchiamo l’autostrada e spingiamo il sidecar al massimo della sua velocità. Ad attenderci troviamo Andrea Bianchi con due birre fresche. Carlo infine può godersi la sua meritatissima birra.

18 giugno

 

Durante la sera conosciamo tre birrifici di zona: Marco Tazzini del Birrifico Apuano di Massa, Gianluca Bedini del Birrificio Lupus in Luna di Dogana, e Paolo Volpi del birrificio Nemus di Chiatri (LU).

Arriviamo a casa di Carlo a Viareggio verso le 12, stanchi morti, ma felici dei primi 487 km di viaggio.

Per questa tappa Ringraziamo 1001 Birre, YHOP e Le Guide dell’Espresso sempre con noi.

 

 

18 Giugno 2021

Ti potrebbe piacere: