L’Umbria Edition…anche questo tour è nato di fronte ad una birra, stavolta “telefonata”.

C. “Ciao Pietro, che fai?”

P. “Sto lavorando in smart da casa. Sorseggio una birretta per sconfiggere il caldo della bassa milanese, tu?”

C. “Sto facendo amministrazione in azienda. Anche io birretta per sconfiggere il Dio Sole”

P. “Ti ricordi da Bologna a Porto Sant’Elpidio, a proposito di Dio Sole? hahhaha ustioni di terzo grado!”

C. “hahahaha, vero…certo abbiamo girato parecchio ma peccato per l’Umbria, è rimasta fuori dal giro.”

P. “Toccherebbe fare un minitour solo per loro, magari una due giorni”

C. “Organizziamo dopo ferragosto se puoi. Io ho una casetta in Umbria a disposizione per fare base”

P. “Perfetto, io poi vado in riviera in Abruzzo in vacanza”

C. “Io ho finito la birra. lascio l’amministrazione e comincio a vedere il tour, tu cerca di capire le date e poi vediamo, ok?”

P. “Pronti, Via!”

E così stabiliamo di vederci il 18 Agosto a Baschi (Tr) per poi salutarci il 21.

Due giornate, 9 birrifici, un salumificio, 7 locali e un distributore. Con noi anche la Guida dell’Espresso e YHOP.

Questo tour è stato reso possibile da Kosmo Distribuzione, Fra Luppolo di Gubbio e il Beericcio: grazie a Voi!

18 Agosto 2021

Nel tardo pomeriggio Pietro raggiunge Carlo e Norah (il cane di Carlo) a Baschi, dove Carlo ha una casa a disposizione. Il sidecar è già pronto a dondolare per le strade umbre.

Carlo ha passato la mattina in azienda a lavorare e il pomeriggio a suonare la tromba.

Pietro ha guidato tutto il giorno. Sotto il sole. Senza aria condizionata. Ma è andato a pranzo da Silvio alla Bottega Matta ed ha visitato i ragazzi di Chianti Brew Fighters, per spezzare il viaggio.

Norah ha scacciato cinghiali, inseguito grilli, si è rotolata in qualcosa di terribile ed è molto felice.

Pietro è vittima di una secchezza delle fauci incredibile…bisogna porvi rimedio quanto prima.

Saliamo a bordo del fido Ronzinante e andiamo a fare un giretto esplorativo in zona.

scianca

 

Andiamo a trovare Marco e Augusto Scianca, amici di Carlo, produttori storici di salumi del paese. Il salumificio risale al nonno di Marco e hanno mantenuto la tradizione norcina innovando e aggiornando. Assaggiamo e degustano tutta la sapienza norcina. Porchetta umbra, salsiccia paesana secca, salami di cinghiale, prosciutto di maiale brado, lonze, lonzini, capicolli, salame al tartufo…è un duro lavoro, ma lo facciamo per voi. Bisogna sapere dove mangiare qualcosa ogni tanto. Ci invitano a cena al loro ristorante, il Fontanile, ma abbiamo già programmato di arrivare ad Orvieto per un sopralluogo.

 

 

 

Riappacificati con lo stomaco ci avviamo nella campagna umbra verso Orvieto. La squadra di sidecaristi ritrova immediatamente l’affiatamento nella guida e procede dondolante verso la cima della collina dove è arroccata la città di Orvieto. Ci avviamo verso il duomo, stupendo nella sua maestosità, nei vicoli e nelle piazzette del paese. Ad un tratto arriviamo da Febo all’Officina del Gusto, un locale in centro città con impianto di produzione di birra artigianale.

umbria edition

Tempo di una birretta e poi altri due passi per il paese. Torniamo a casa per riposarci in vista della due giorni umbra tra locali, birrifici e monasteri.